Presidente della Repubblica a 5 Stelle: un problema di metodo

Posted on aprile 14, 2013

0


1437RomaPalazzoQuirinale

La via per il Quirinale è tutta in salita.

Andrea Scanzi oggi dalle pagine del Fatto Quotidiano si rivolge agli iscritti al Movimento 5 Stelle che voteranno lunedì per scegliere il candidato alla presidenza delle repubblica fra i 10 che sono usciti dal “primo turno”:

Se voterete Rodotà o Zagrebelsy, e il Pd non vi seguirà, avrete perso (e con voi il paese), ma se non altro avranno tutti ben chiaro la realtà delle cose. Chi paralizza il paese e chi no. Chi vuole il cambiamento e chi no. Chi tiene politicamente in vita Berlusconi e chi no.

C’è secondo me una grossa falla in questo ragionamento. Mettiamo che il M5S scelga Rodotà, Zagrebelsky, o un altro dei nomi che il Partito Democratico potrebbe astrattamente condividere. Da come la mette giù lui sembra che le alternative sarebbero solo dire sì ai grillini oppure fare un accordo con Berlusconi. Il problema è che nel primo caso il PD si mostrerebbe subalterno nei confronti dei nuovi arrivati, nel secondo caso probabilmente verrebbe fuori un nome che non piacerebbe nemmeno alla base del PD (Amato? D’Alema? Marini?). Se seguiamo il ragionamento di Scanzi quindi per il PD non andrebbe bene in nessun caso.

Ma in realtà c’è una terza alternativa. Il PD potrebbe fare sapere al M5S che non va bene il nome che sarà uscito dalla consultazione, mentre andrebbe bene un altro dei 10 nomi nella rosa. Cosa risponderebbero i grillini? Andrebbero avanti a votare il loro candidato oppure convergerebbero sul nome scelto dal PD? Non lo sappiamo. Ma il punto è che, anche se il M5S andasse avanti per la propria strada, se il PD riuscisse a eleggere uno di quei nomi i grillini avrebbero cattivo gioco a criticarlo. Dopo tutto, anche se non fosse il nome più votato sarebbe comunque una persona gradita a una parte degli iscritti.

Il problema di fondo secondo me è il metodo: non ha senso andare alle elezioni del presidente della repubblica con un candidato. Non ha senso -si intende- se lo scopo è trovare un accordo per avere un buon presidente della repubblica. Ha invece perfettamente senso se lo scopo è solo agitare una bandierina. Il sospetto che lo scopo sia proprio questo è forte. Vedremo cosa succederà.

[Photo by Geobia (CC-BY-SA-3.0), via Wikimedia Commons]

Annunci
Posted in: Politica